Cerca Itinerario

Titolo

Livello di Difficoltà

Ideale per

Interesse

Provincia

La Riserva Naturale Orientata "La Fagiana" occupa un'area di circa 500 ettari che si trova prevalentemente nel Comune di Magenta (in parte a Boffalora Ticino e a Robecco sul Naviglio). Si tratta di un sito di notevole interesse naturalistico, scientifico e turistico, che nel secolo scorso fu una delle Riserve di caccia più famose dell'epoca, frequentata da personaggi illustri. Ma il 4 gennaio 1945 la villa che vi era stata edificata venne distrutta in un bombardamento e da quel giorno iniziò il decadimento della Riserva. Nel 1984 il Parco del Ticino acquistò gran parte dell'antico territorio di caccia trasformandolo nell'attuale…
La strada del Gaggio costituì per molto tempo una delle più importanti vie di comunicazione tra le zone abitate del pianalto e la Valle del Ticino, in quanto collega Lonate Pozzolo con il fiume, con i primi stabilimenti industriali che si insediarono a fine ottocento, con il mulino del Gaggio dove in passato si macinava il grano per la popolazione. Il percorso nel suo primo tratto, fino al Centro Parco
Il percorso parte dalla Canonica di Bernate, attraversa aree agricole e costeggia un'autostrada, che poco più avanti fa apprezzare il silenzio dei boschi. Il Ticino appare al visitatore quasi all'improvviso, molto ampio. Proseguendo lungo la strada alzaia, si raggiunge un calendario celtico e di seguito l'area più delicata e protetta, dove il fiume, in continuo lento cambiamento, ha dato vita ad una lanca, alla quale si può accedere solo a piedi. Questa zona è stata acquistata dal Parco del Ticino, che ha realizzato numerosi interventi di restauro ambientale anche con istallazione di punti d'osservazione dell'avifauna acquatica. Il sentiero continua lungo…
Oriano Ticino è una piccola frazione di Sesto Calende con ville e parchi ottocenteschi privati, un antico lavatoio ed una chiesa romanica. Accanto a quest
Il percorso parte ed arriva a poca distanza dal fiume e dalla diga della Miorina. Imboccato un largo sentiero, si sale sul Monte Gagliasco, collina morenica con abbondanza di Castagni, Pini silvestri e Querce che offrono cibo e rifugio a numerosi Scoiattoli, Ghiri ed uccelli quali Picchi e Cince. Superata un'ampia radura con campi coltivati, si raggiunge la necropoli della Cultura di Golasecca. Da qui il percorso sale ancora disegnando un anello attorno alla cima del monte, passando accanto a grossi Castagni e ad una valle scavata dall'acqua nel corso dei secoli, a cui occorre prestare attenzione in quanto il…
L'azione dei ghiacciai, con ripetute avanzate e regressioni, in due milioni di anni ha modellato profondamente la morfologia delle Prealpi, smussando le forme dei rilievi e spostando per chilometri massi e detriti. Il Monte San Giacomo, punto più elevato del Parco del Ticino (427 m), appartiene al sistema collinare ai piedi delle Prealpi Varesine. Dopo l'iniziativa del Comune di Vergiate per salvare il colle da una lottizzazione edilizia, dal 1998 20 ettari sono stati acquisiti dal Parco del Ticino, che ha svolto azioni di riqualificazione boschiva e ha istituito una Riserva Botanico-Forestale. Padrone del Monte San Giacomo è il bosco:…
L'itinerario è quasi interamente su sentieri sterrati, con alcuni attraversamenti di strade trafficate, dove occorre prestare molta attenzione. Partendo dal Mulino di Caiello si sale sul Monte Diviso, per poi scendere dal versante opposto ed immergersi nell'Oasi dei Fontanili. Da qui si procede attraverso boschi di Querce, Castagni e Pini silvestri che portano all'Oratorio campestre dei SS. Cosma e Damiano (XII sec.). Proseguendo, si raggiunge il torrente Strona, che da qui in poi può essere costeggiato con un percorso che ora gli passa accanto ed ora si allontana dalle rive, consentendo all'escursionista di osservare alcuni mulini ormai in rovina, ma…
Quello delle farfalle è un sentiero di elevato interesse naturalistico alla portata di tutti i visitatori, alunni delle scuole compresi. Il percorso parte presso la Cascina Portalupa, a Molino d'Isella, in comune di Gambolò e conduce, attraverso una piccola strada sterrata alla bacheca di presentazione del sentiero. Lungo tale percorso, il Parco del Ticino, per facilitare la visita e la comprensione degli aspetti tecnici e naturalistici, ha creato un anello a tappe in cui sono stati riprodotti i vari habitat che si incontrano e che determinano la presenza delle varie specie di farfalle. La località (posta a margine di coltivi…
L'itinerario proposto chiamato anche Sentiero delle 5 chiese, si snoda all'interno di un'area agricola punteggiata da frammenti di bosco con Querce, Carpini e Ontani, o da geometriche piantagioni di Pioppo ibrido destinate alla produzione della carta. Il percorso offre al visitatore una visione paesaggistica di pregio, nella quale spiccano elementi antropici e religiosi. Il paesaggio attuale è il risultato di una serie di interventi e bonifiche agrarie effettuate dalle popolazioni rurali, spesso guidate dall'azione dei monaci cistercensi, che qui hanno eretto una imponente struttura agricola ed uno splendido monastero, l'Abbazia S. Maria di Morimondo. Il monastero sorge in posizione strategica,…
Questo è un circuito ad elevato chilometraggio che ricalca porzioni di diversi anelli. Interessa tutta la parte occidentale del Parco Ticino compresa tra Vigevano e Gambolò. Viste le distanze coperte è adatto a bikers allenati e può essere intrappreso da diversi punti dei sentieri dai seguenti sentieri: Anello delle 8 cascine Anello dei Ronchi Anello del Molino di Isella Anello delle Farfalle e Dorsale Vigevano-Pavia.
Pagina 1 di 6
Logo
Logo