Cerca Itinerario

Titolo

Livello di Difficoltà

Ideale per

Interesse

Provincia

Descrizione dell'itinerario

L'itinerario interessa un comprensorio agricolo-forestale con percorsi sterrati e tratti fangosi. Partendo dal Santuario della Madonna della ghianda, si attraversano ampi prati bagnati da piccole risorgive. Il sentiero prosegue tra alberi di Castagno, Quercia, Carpino e Robinia, alcuni di grandi dimensioni tanto che l'itinerario è anche conosciuto come la -passeggiata fra i giganti-. Si raggiunge il primo stagno, la palude Pollini (etimo: acqua scura), luogo di sosta per Aironi e Germani. Il percorso continua in un vasto bosco di latifoglie per un lungo tratto di leggere salite e discese, che porta infine agli stagni della Lagozzetta e della Lagozza, che furono anticamente abitati da popolazioni palafitticole, per terminare in un'area agricola nei pressi della chiesetta di Centenate. Il percorso si snoda nel Sito di Importanza Comunitaria (SIC) "Paludi di Arsago",designato nel 2004 e estende su una superficie complessiva di circa 540 ha all'interno di quattro comuni: Arsago Seprio, Besnate, Somma Lombardo e Vergiate (VA). La maggior parte del Sito è occupata da formazioni boschive (circa 85%), suddivise tra boschi di latifoglie (nella parte orientale) e boschi misti di latifoglie e conifere (nella zona occidentale) e da alcuni seminativi. L'elemento più caratteristico del SIC sono le numerosissime aree umide, costituite da stagni, acquitrini, paludi, fossi e prati temporaneamente allagati. La presenza di questi ambienti fa sì che il sito si caratterizzi come area erpetologica di interesse nazionale, grazie alla presenza di 8 specie di anfibi, il 44% delle specie presenti in Lombardia. Tra queste si registra la presenza di Pelobate fosco insubrico (Pelobate fuscus insubricus), un piccolo anfibio endemico della pianura Padana dichiarato "prioritario" dalla Commissione Europea. Recenti studi hanno restituito dati eccezionali che identificano il SIC "Paludi di Arsago" come l'area più importante d'Italia per il Pelobate fosco. Il SIC riveste un'importanza eccezionale dal punto di vista conservazionistico, in quanto unica area italiana in cui la specie non ha sofferto il declino che ha subito nella maggior parte della pianura Padana. Nel sito sono presenti 5 habitat di interesse comunitario variamente localizzati: "Laghi e stagni distrofici naturali", "Fiumi delle pianure e montani con vegetazione del Ranunculion fluitantis e Callitricho- Batrachion', "Praterie magre da fieno a bassa altitudine", "Torbiere di transizione e instabili" e "Vecchi querceti acidofili delle pianure sabbiose con Quercus robur". La Palude Pollini si estende su una superficie di poco più di 1,5 ha, vi si immette un canale di drenaggio proveniente da un'area umida posta più ad ovest e il bacino di riferimento si estende complessivamente per circa 10 ha. La falda d'acqua subisce una notevole oscillazione stagionale, sul lato nord-occidentale della palude sono presenti esemplari di Salix cinerea mentre dalle acque emergono piccole colonie di Phragmites australis e Schoenoplectus lacustris.

Informazioni aggiuntive

  • Difficoltà a piedi: Medio
  • Difficoltà in bici: Facile
  • Livello di Difficoltà: Facile, Medio
  • Con pista ciclabile: No
  • Dislivello (m): 0.00
  • Ideale per: Scuole e famiglie, Escursionisti
  • Inizio del percorso: Mezzana (fraz. Somma L.do), presso il Santuario della Madonna della Ghianda
  • Fine del percorso: Centenate (fraz. Besnate), presso la chiesetta
  • Comuni interessati: Arsago Seprio, Somma Lombardo
  • Province interessate: Varese
  • Periodo di percorrenza: Primavera, Autunno, Inverno
  • Lunghezza: 4.13
  • Tempo di percorrenza (ore): 1
  • Tempo di percorrenza (minuti): 0
  • Interesse: Naturalistico, Paesaggistico, Storico-Archeologico
  • Pericolosità: Presenza di tratti interessati da traffico veicolare
  • Luoghi di interesse: Santuario Madonna della Ghianda, Palude Pollini, Somma Lombardo e Arsago Seprio
  • Itinerari collegati: Collegamento Pollini - Strona (CO-ST), Connessione Pollini - Ipposidra
  • Provincia: Varese
Logo
Logo
Logo